Home Cronaca Cronaca Roma

Arrestato trentanovenne romano al Prenestino per maltrattamenti

0
CONDIVIDI
Agenti arrestano trentanovenne romano per maltrattamenti verso l'ex compagna ed aggressione a pubblico ufficiale

“Compagno in escandescenza che prende a calci il portone e lancia oggetti contro la finestra”.Questa la segnalazione diramata dalla sala operativa agli agenti della Polizia di Stato in servizio per il controllo del territorio.

I poliziotti del reparto volanti celermente giunti sul posto, hanno notato un uomo che, identificato per M.F., 39enne romano, all’interno del cortile condominiale con in mano alcuni frammenti di una mattonella, inveiva in direzione di una finestra al primo piano.

Alla vista degli agenti, ha rivolto la propria condotta violenta ed aggressiva nei confronti dei poliziotti minacciandoli.

La sua ira ha raggiunto l’apice quando dalla finestra del palazzo si è affacciata una donna la quale ha riferito di essere stata la sua compagna  e di aver interrotto il rapporto con l’uomo in questione perché sempre più violento nei suoi confronti probabilmente a causa di assunzione di alcool e droga ; anche a dire dei condomini le liti tra i due divenivano sempre più frequenti soprattutto per le continue richieste di soldi da parte del compagno.

M.F., accompagnato negli uffici del commissariato Prenestino ha dato nuovamente in escandescenza e si è scagliato contro un agente causandogli lesioni giudicate guaribili in pochi giorni.

Arrestato dovrà rispondere del reato di minaccia, resistenza a pubblico ed estorsione