Home Cronaca Cronaca Roma

Ambulante senegalese fugge durante un controllo e muore

0
CONDIVIDI
Ambulante senegalese fugge durante un controllo e muore

ROMA. 4 APR. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo sulla morte dell’ambulante senegalese morto a Roma, intorno alle 13, dopo essere fuggito da un controllo dei vigili urbani del primo gruppo agenti del Centro Storico.

Da una parte gli ambulanti africani sostengono che il 54enne Nian Maguette, sia stato investito da un motorino dei vigili urbani in borghese mentre scappava dal controllo antiabusivismo.

L’ambulante sarebbe poi caduto ed avrebbe sbattuto la testa.

Nian Maguette sarebbe stato inseguito da vigili in borghese, secondo la versione di altri ambulanti, ma la polizia municipale smentisce.

L’uomo era da più di 20 anni in Italia, hanno detto i connazionali, e ha due figlie qui. Il resto della famiglia è in Senegal, da dove Maguette era tornato circa un mese fa. Il fatto è avvenuto attorno alle 13.

Il Comando della polizia di Roma Capitale precisa che “non esiste coinvolgimento diretto tra l’operazione antiabusivismo avvenuta stamattina e il decesso del cittadino senegalese avvenuto a circa 500 metri di distanza”.

Gli agenti intervenuti spiegano che non c’è stato alcun inseguimento ed esprimono “vicinanza alla famiglia dell’uomo e a tutta la comunità senegalese”.

Sono stati ascoltati diversi testimoni ed alcuni lo avrebbero visto accasciarsi per terra mentre era da solo. Ora toccherà all’autopsia spiegare le ragioni del decesso.

Nel momenti del tragico evento si è generato il caos con il traffico congestionato e diversi ambulanti immigrati che hanno inscenato una protesta sono stati poi allontanati dalle forze dell’ordine