Home Cronaca Cronaca Roma

7 ordinanze custodia cautelare per spaccio cocaina, hashish, marijuana

0
CONDIVIDI
7 persone poste in custodia cautelare per spaccio cocaina, hashish, marijuana

All’alba di oggi, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Lido, unitamente ai colleghi del Reparto Prevenzione Crimine Lazio e a diverse unità cinofile antidroga, hanno eseguito delle ordinanze di custodia cautelare a carico di 7 indagati accusati, a vario titolo, di concorso in detenzione a fini di spaccio nonché di concorso in spaccio di cocaina, hashish e marijuana.

Le perquisizioni effettuate hanno permesso, in un caso, di rinvenire una piccola serra per la coltivazione della marjuana. Oltre al destinatario della misura  cautelare sono stati denunciati anche i genitori. La serra si trovava in effetti in bella vista in una delle stanze dell’ appartamento. Nel corso di un’altra perquisizione, invece, sono stati sequestrati 65 grammi di hashish, un bilancino di precisione e il necessario per il confezionamento di dosi per lo spaccio.
Le indagini che hanno condotto all’operazione odierna, svolte dagli investigatori del Commissariato Lido, hanno avuto origine dall’arresto di un giovane moldavo che, nella cantina della propria abitazione, nel quartiere di Ostia, nascondeva 12 chilogrammi di hashish, un chilogrammo di marijuana, 56 grammi di cocaina e 5 grammi di eroina.

Una serie di circostanze, emerse nell’immediatezza del fatto, hanno fatto ben’supporre che il notevole quantitativo di sostanza detenuta dal moldavo appartenesse, in realtà, ad un pregiudicato locale – soprannominato Small – che, peraltro, 5 giorni prima, in un circolo ricreativo di Ostia, era stato trovato in possesso di 24 grammi di marijuana e, per questo, denunciato in stato di libertà.

Sono state avviate indagini, anche con l’impiego di attività tecniche, che hanno lasciato emergere l’esistenza di una fitta rete di contatti tra gli indagati, permettendo di accertare una serie di episodi di detenzione e di spaccio di cocaina, hashish e marijuana, consumati dagli stessi nel territorio del lido di Roma, con modalità consolidate e mansioni ben definite, dall’approvvigionamento al trasporto, al mantenimento e cessione al dettaglio della sostanza stupefacente.

Nel corso delle indagini, durate diversi mesi, sono stati complessivamente sequestrati oltre 15 kg di stupefacenti e, ad aprile 2017, una pistola semiautomatica calibro 9×21, marca Tanfoglio, completa di due caricatori e relativo munizionamento, detenuta illegalmente da uno degli indagati presso la propria casa.